• Titolo: Perturbamento
  • Autore: Thomas Bernahard
  • Casa editrice: Adelphi al prezzo di dodici euro
  • Genere: Romanzo
  • Voto: 4,5/5


Finalmente sono riuscita a terminare “Perturbamento” di Thomas Bernhard e devo dire che non è stato facile, è stata anche una settimana pesante che ha rallentato la lettura. Libro fantastico con un flusso di coscienza finale strepitoso. Al centro della vicenda troviamo un medico che porta con se il figlio durante alcune visite le quali hanno ognuno un significato preciso. E’ un climax ascendente del grottesco, è presente una scrittura molto cruda che aiuta a crescere il lettore. Riprende molti temi importanti come il nichilismo, il dolore presente nella vita, la malattia, il rapporto conflittuale tra padre e figlio, il vedere la vita come un teatro e l’uomo come attore il quale può interpretare il ruolo che vuole e recitare come vuole ,l’avvicinamento esagerato da parte dell’uomo verso la natura che porta a una brutalità maggiore rispetto a quella che si trova nella città inoltre troviamo una critica del liberalismo e del comunismo. È un libro molto particolare e molto complesso in alcune parti, aiuta a riflettere su alcuni elementi presenti nella nostra vita e ti fa abbandonare la realtà approdando in un modo in tempesta. Consiglio vivamente questo testo a chi vuole buttarsi a capofitto su una lettura travolgente, ma non molto scorrevole. Il titolo è fantastico in quanto descrive tutta la storia.
“Gli uomini camminano insieme, parlano insieme, dormono insieme, ma non si conoscono. Se gli uomini si conoscessero non camminerebbero insieme, non parlerebbero insieme, non dormirebbero insieme." -PERTURBAMENTO

You May Also Like

0 commenti